Consulenze per famiglie adottive

 

  • State pensando di adottare e avete dei dubbi?
  • Avete iniziato il percorso e sentite la necessità di un momento di riflessione con una professionista esperta in materia?
  • Il bambino è arrivato a casa e volete capire come affrontare al meglio i primi tempi con lui?
  • Avete difficoltà di relazione con vostro figlio?
  • Il bambino va a scuola, vi dicono che non riesce a stare alle regole e volete un aiuto per capire cosa fare?

Niente paura! Intervenire subito per capire come gestire al meglio le varie fasi del percorso o intervenire appena iniziano le eventuali prime difficoltà con il figlio adottivo è di primaria importanza per una vita familiare serena e appagante.

Informazione e formazione per coppie che stanno per intraprendere il percorso adottivo.

Le coppie che prendono la decisione di adottare devono affrontare, durante il loro percorso, incontri, corsi, colloqui, sia con i Servizi Territoriali sia con gli Enti, per chi decide di intraprendere l’Adozione internazionale, volti, fra l’altro, a:

  • acquisire informazioni sulla vita della e sulle caratteristiche di personalità di ciascuno,
  • approfondire le motivazioni all’adozione,
  • confrontarsi con i loro limiti ed esplorare le loro risorse,
  • indagare la relazione e la solidità della coppia
  • analizzare la flessibilità e i meccanismi di coping di ciascuno.

Un bambino in adozione è un bambino che ha subito l’abbandono dai propri genitori. Il vissuto dell’abbandono lo rende fragile e insicuro. Egli avrà perciò bisogno di genitori che sappiano aiutarlo a elaborare e a riparare le ferite di cui è portatore, aiutandolo a ricostruire la fiducia in se stesso e nel mondo che lo circonda. L’incontro con una professionista competente può chiarire dubbi e aiutare ad affrontare il percorso con i Servizi e con l’Ente in modo più sereno e consapevole.

2) Supporto psicologico alle coppie adottive, in tutte le fasi del percorso.

Il cammino adottivo comporta momenti di gioia intensa, ma anche di fatica, durante i quali si sente il bisogno di qualcuno che aiuti a compiere una riflessione e un’analisi degli strumenti a propria disposizione o di aspetti ancora non completamente risolti della propria vita.

Diventare genitori “sufficientemente bravi” (per parafrasare un termine coniato da D. Winnicot) significa in questo caso aver superato il lutto della sterilità e aver risolto una serie di nodi legati alle proprie esperienze personali e alla nostra infanzia, in modo da dare risposta positiva alle domande che il figlio adottivo pone ai genitori.

E’ utile in questi casi potersi confrontarsi con una psicologa che favorisca l’esplorazione delle proprie dinamiche affettive e relazionali o alcuni aspetti della propria vita non ancora completamente risolti, per affrontare il percorso con serenità e sicurezza.

3) Accompagnamento alle famiglie con uno o più figli adottivi e affidatari, attraverso colloqui con i genitori o incontri di osservazione della relazione genitori-bambini.

I genitori, all’arrivo del figlio, sperimentano fasi di gioia profonda, e nello stesso tempo momenti di difficoltà, durante i quali devono talvolta affrontare situazioni e problematiche che possono provocare incertezze e sensazioni di impotenza.

Essere “genitori sufficientemente buoni” significa entrare in relazione con il mondo emotivo e affettivo del figlio, dando risposta al suo bisogno di sicurezza e amore, e nello stesso tempo fornire limiti e regole equilibrandole con la sua necessità di esplorare e impadronirsi del mondo che lo circonda.

I genitori hanno a loro disposizione un servizio di consulenza e sostegno, per essere supportati nel compito educativo e aiutati a migliorare la loro relazione con il figlio adottivo.

4)Gruppi di auto aiuto per genitori adottivi.

Il confronto con altri genitori adottivi permette di condividere speranze, dubbi e timori e attivare le risorse educative che ciascuno possiede, in un clima di serenità e di sostegno reciproco.

Si attivano gruppi di sostegno alla genitorialità, sia a temi specifici, sia liberi, dove l’argomento verrà deciso di comune accordo all’interno del gruppo, volta per volta. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: